Aloe vera

In molti appartamenti puoi trovare queste piante ornamentali. Ma non tutti sanno che le piante di aloe vera non sono solo belle, ma anche utili. Fin dall’antichità, l’aloe è stata usata per trattare varie malattie. Tuttavia si tratta di una materia oscura perchè le persone sono pigre e preferiscono andare in farmacia. Pertanto, è necessario capire quali malattie la pianta tratta, come usarla, quali proprietà ha e le sue controindicazioni. Va ricordato che l’aloe contiene anche composti tossici e nocivi, quindi è possibile utilizzare le proprietà curative di una pianta solo con informazioni complete su di esso.

Descrizione

L’aloe è un genere di piante da fiore della famiglia Xantororeana, che conta circa 500 specie. La maggior parte dei membri del genere sono succulente che crescono nelle regioni aride della fascia tropicale e hanno meccanismi per preservare l’acqua. Allo stesso tempo, le piante si distinguono per il loro amore per la luce e il calore. L’aloe vera ha dimensioni molto diverse. Possono essere alberi con un’altezza di 10 metri o piante piccole. Una caratteristica dei rappresentanti del genere è la presenza di foglie xifoide, solitamente ricoperte di fiori biancastri e appuntite ai bordi. In natura, le foglie della pianta servono solo ad accumulare umidità. Per scopi medicinali si utilizzano proprio le foglie della pianta, a volte parti dello stello.

Differenza tra aloe vera ed aloe arborescens

In medicina, usato non più di una mezza dozzina di specie della pianta di Aloe. Di questi, due sono meglio conosciuti per le loro proprietà curative: aloe vera e albero di aloe o aloe arborescens. Quindi, l’aloe è il nome di un genere di piante e le singole specie sono chiamate aloe arborescens e aloe vera. Sebbene nella vita di tutti i giorni, entrambe queste piante sono spesso chiamate semplicemente aloe, che può causare confusione, dal momento che non è chiaro quale tipo di pianta si tratta.

Le proprietà medicinali di entrambi i tipi sono simili, ma presentano alcune differenze. Si ritiene che l’aloe arborescens sia più utile per il trattamento di malattie della pelle, ferite e tagli, mentre le proprietà curative dell’aloe vera son orientati per l’utilizzo interno.

Componenti chimici delle foglie

L’aloe è una pianta unica. In base al numero di sostanze biologiche attive in esso contenute (circa 250), non ha eguali tra le altre piante della flora.
Il 97% della pianta è formata dall’acqua nella restante percentuale si possono trovare:
Oli essenziali, Acidi organici semplici (malico, citrico, cannella, ambra e altri), flavonoidi, tannini, resine, vitamine (A, B1, B2, B3, B6, B9, C, E), beta carotene, amminoacidi (compresi glicina, acidi glutammici e aspartici, amminoacidi essenziali), polisaccaridi (glucomannani e acemannano), monosaccaridi (glucosio e fruttosio), antrachinone, allantoina
Oligoelementi – selenio, calcio, potassio, magnesio, ferro, manganese, fosforo, zinco, rame e altri, alcaloidi, incluso aloina.

Utilizzo medicinale

Le singole proprietà della pianta, non si incontrano nei prodotti farmaceutici e cosmetici. Perché a causa dell’uso di conservanti alcune proprità vengono perse.
Inoltre, l’olio di aloe è ampiamente usato in medicina, esso si ottiene dalle foglie. Nella medicina tradizionale vengono utilizzate sotto forma di sciroppo, gel, l’unguento o l’estratto liquido.

Cosa cura l’aloe

I componenti vegetali hanno effetti positivi sugli organi del corpo umano:

  • sistema cardiovascolare
  • tratto gastrointestinale
  • pelle
  • sistema immunitario
  • sistema nervoso
  • occhi

I componenti vegetali della pianta:

  • Possiedono effetti antifungini e antivirali
  • Espellono dal corpo tossine escrete e scorie
  • Aumentare il tono generale del corpo
  • Ripristinare la microflora intestinale
  • Abbassa i livelli di zucchero nel sangue e di colesterolo
  • Accelerare la crescita dei capelli e prevenire la caduta dei capelli
  • Migliora la circolazione sanguigna
  • Aiuta con le malattie allergiche
  • Alleviare dolori muscolari, articolari e dei denti
  • Utilizzati in odontoiatria per trattare stomatiti, gengiviti e placca
  • Hanno proprietà antiossidanti, diuretiche e lassative
  • Usato per il trattamento di malattie delle vie respiratorie (tubercolosi, asma bronchiale, polmonite)
  • Il succo di aloe ha un potente effetto battericida.

È attivo contro:

  • stafilococchi
  • streptococchi
  • bastoncini dysenteric
  • bacillo tifoide
  • bastoncini di difterite
  • Diversi composti della polpa sono responsabili del miglioramento delle attività dei vari sistemi corporei. L’effetto antinfiammatorio della pianta è spiegato dalla presenza di acido salicilico in esso contenuto, l’effetto lassativo e antrachinone dovuto ad aloina, abbassamento del coleretico dovuto alla presenza di zinco e selenio, ecc.

Controindicazioni

La somministrazione interna di farmaci dalla pianta è controindicata nei seguenti casi:

  • Presenza di malattie gastrointestinali
  • Intolleranza individuale
  • Ipertensione grave e gravi patologie del sistema cardiovascolare
  • Sanguinamento: emorroidario, uterino, mestruazioni
  • Epatite A
  • colecistite
  • cistite
  • emorroidi
  • Sotto i 3 anni (per uso esterno basta un anno di età)
  • In gravidanza

Il trattamento di bambini sotto i 12 anni con rimedi interni è raccomandato solo dopo aver consultato un pediatra. Diffidare delle prescrizioni di farmaci a base dell’aloe agli anziani. Durante l’allattamento, l’uso interno non è raccomandato.

Effetti collaterali

La maggior parte dei composti contenuti nella pianta ha un effetto positivo sul corpo umano. Tuttavia, ci sono delle eccezioni a questa regola.

Quando si utilizza l’estratto dovrebbe essere ricordato che la pelle delle foglie contiene sostanze amare. Ma l’amarezza di per sé non è il loro principale svantaggio. La ricerca attuale suggerisce che l’aloaloide aloalo amaro è cancerogeno. Anche se l’aloina a bassa concentrazione e l’uso occasionale non è probabilmente pericoloso. Si raccomanda di pulire accuratamente le foglie separandole la polpa dalla buccia.

La pianta contiene anche enzimi speciali – antiglicosidi. In caso di sovradosaggio, possono portare a sanguinamento e aborto nelle donne in gravidanza.

Con l’assunzione interna di succo possibili violazioni del tratto gastrointestinale – dispepsia, bruciore di stomaco, diarrea, dolore addominale. Occasionalmente, possono comparire sangue nelle urine, disturbi del ritmo cardiaco e debolezza muscolare. Non è consigliabile prendere i preparativi della pianta immediatamente prima di coricarsi, in quanto ciò potrebbe causare insonnia.

Preparazione in casa

Di seguito sono riportate alcune ricette di succo o polpa che possono essere preparate senza fatica a casa.
La parte più difficile è trovare gli ingredienti e generalmente costano abbastanza… Puoi provare a cercarli in erboristeria più vicina oppure supermercati bio.
Molto spesso il miele viene aggiunto al succo, che migliora i benefici dati dall’aloe. Tuttavia, quando si utilizza il miele, si dovrebbe tenere presente che si tratta di un allergene forte, addirittura più forte dell’aloe stesso.
Va ricordato che queste ricette non sostituiscono alcun trattamento, ma possono solo integrarlo. Prima di usarli, consultare il proprio medico.

Per migliorare la digestione e rafforzare il corpo dopo gravi malattie, si consiglia di mescolare:

  • 150 g di succo
  • 250 g di miele
  • 350 g di vino rosso forte

Questa miscela deve essere presa per 5 giorni. Prendere dovrebbe essere un cucchiaio tre volte al giorno prima dei pasti.

Per bambini che vogliono rafforzare il corpo si adatta la seguente ricetta:

  • Mezza tazza di succo
  • 500 g di noce schiacciata
  • 300 g di miele
  • 3-4 cucchiaini del succo di limone

Dovrebbe essere preso 3 volte al giorno prima dei pasti per un cucchiaino.

Per il trattamento delle malattie respiratorie, è possibile utilizzare il succo puro. Quando si raccomanda un raffreddore di seppellire ogni giorno per 3 gocce in ogni narice. Il corso del trattamento è di una settimana. Se hai mal di gola, ti aiuterà a gargarismi con acqua diluita di linfa delle piante. Per le stomatiti, puoi anche usare il succo fresco per il risciacquo.

Per l’herpes, si consiglia di lubrificare le eruzioni cutanee con succo fresco cinque volte al giorno.

Per il trattamento della nevrosi, dovresti mescolare le foglie di aloe, le carote e gli spinaci e spremerli il succo. Prendete il succo dovrebbe essere due cucchiai e prenderle tre volte al giorno ..

Nel trattamento dell’acne, si raccomanda di mescolare in proporzioni uguali olio d’oliva e succo di aloe. La composizione risultante è necessaria per inumidire la garza ed applicarla sul posto interessato 3 volte al giorno a intervalli.

Le compresse sono raccomandate per il trattamento dell’artrite. Per la loro preparazione si consiglia di utilizzare:

  • 3 cucchiai. l. succo
  • 6 cucchiai. l. miele
  • 9 cucchiai. l. vodka

I componenti vengono miscelati e la sostanza risultante viene inumidita con una garza, che viene sovrapposta alla zona interessata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *