Che effetti ha l’astinenza sul cervello

A volte il sesso, o meglio il bisogno fisico di esso, la ricerca di un partner adatto, la paura che altri lo abbiano più spesso e meglio, viene percepita come una pressione su di noi.

Inoltre, si ritiene che quando si raggiunge l’orgasmo, si perde energia che potrebbe essere diretta in una direzione diversa al fine di migliorare qualcosa nella nostra vita.
Pertanto, alcune persone rifiutano consapevolmente il sesso o addirittura la masturbazione. A volte si tratta di un’astinenza temporanea, ma per qualcuno diventa un progetto a lungo termine.

Tali asceti suggeriscono che rinunciare al sesso dà loro coraggio, fiducia, pace, li rende creativi e dà un sacco di altri bonus.

astinenza

Ma cosa ne dicono gli scienziati?

Nan Wise, terapista sessuale e psicoterapeuta con una laurea in neuroscienze cognitive, afferma anche che i benefici psicologici dell’astinenza non hanno basi scientifiche.
Tuttavia, ritiene che tutto possa essere molto più complicato, visti gli aspetti biologici, psicologici e sociali della sessualità.

Inoltre, secondo il Dr. Wise, non sottovalutare il potere dell’autostima:

“Il potere della persuasione determina l’esperienza che le persone ottengono. E fare esperienza confermando la convinzione li fa credere ancora di più in quella convinzione. Se una persona crede che il ritiro li aiuterà, questa stessa fede può avvantaggiarli”.

Ma oltre a questo, è troppo presto per parlare di eventuali benefici fisici del celibato.

Farlo

I benefici dell’eiaculazione regolare, ad esempio, sono confermati da molti studi.

Questo aiuta a ridurre il rischio della prostata al 30% e aiuta anche a migliorare lo stato fisico ed emotivo di uomini e donne.
Francamente parlando, l’astinenza non ti porterà alcun danno specifico. Piuttosto, semplicemente non ti permetterà di godere di tutti i benefici che il sesso porta alle persone.

Il sesso e la masturbazione non solo regalano a una persona piacevoli sensazioni. Ad esempio, un orgasmo fa veri e propri miracoli con il cervello: all’apice del piacere, aumenta il flusso sanguigno verso le sue varie aree, il che influisce positivamente sulla funzionalità, afferma il dott. Wise.

Tuttavia, c’è ancora troppo poca ricerca qualitativa sulla sessualità.

Pertanto, molti fraintendimenti e pregiudizi sorgono in questa materia. Quindi, il consiglio dei medici si riduce a una semplice formula: se qualcosa ti fa piacere, fallo.

Mentre se desideri avere un periodo produttivo il moto è: tieni duro 😉

Non farlo

Tuttavia, non tutti gli esperti supportano l’idea dei pericoli dell’astinenza sessuale. Quindi, l’eccezionale scienziato americano Herbert Shelton (1895-1985) scrive nell’articolo “Il mito del bisogno di sesso”: “Conosco molte donne, giovani e anziane, che conducono una vita assolutamente casta e non si sentono peggio delle donne sposate. “Alcuni di loro hanno raggiunto la vecchiaia e non hanno sofferto di disturbi nervosi che spesso si dice derivino dalla soppressione del sesso”.

Tutti ne traggono beneficio. In particolare, una donna non deve preoccuparsi della gravidanza, non ci sono emozioni negative associate a cattive relazioni, può prestare maggiore attenzione alla sua carriera, creatività e figli.

Conclusione: il buonsenso è lo strumento migliore. Tutto è molto individuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *