Collo: rilassamento dei muscoli del collo

La colonna vertebrale cervicale è una struttura meravigliosa e complessa. È in grado di sostenere una testa che pesa 15 o più chili che si muove in più direzioni. Nessun’altra regione della colonna vertebrale ha una tale libertà di movimento. Questa combinazione di complessità e di mobilità rende il collo suscettibile al dolore e alle lesioni.

Questa struttura complessa comprende 7 piccole vertebre, dischi intervertebrali per assorbire shock, articolazioni, midollo spinale, 8 radici nervose, elementi vascolari, 32 muscoli e legamenti.

Le radici nervose derivano dal midollo spinale come i rami degli alberi attraverso il forame nelle vertebre. Ogni radice nervosa trasmette segnali (impulsi nervosi) da e verso il cervello, le spalle, le braccia e il torace. Un sistema vascolare di 4 arterie e vene scorre attraverso il collo per far circolare il sangue tra il cervello e il cuore. Articolazioni, muscoli e legamenti facilitano il movimento e servono a stabilizzare la struttura. Proprio per questo gli esercizi proposti di sotto sono essenziali.

La mobilità del collo è incomparabile. È in grado di muovere la testa in molte direzioni: 90 ° di flessione (movimento in avanti), 90 ° di estensione (movimento all’indietro), 180 ° di rotazione (da lato a lato) e quasi 120 ° di inclinazione su entrambe le spalle.

Perché si verifica il mal di collo?

Qual è il modo di vivere di una persona moderna? Immaginiamo il più normale impiegato d’ufficio.
Per 8-9 ore, si siede su una sedia, rompendo per una tazza di caffè e pranzo. Davanti ai suoi occhi c’è lo schermo su cui è costantemente alla ricerca.
E così gran parte della settimana passa.

I motivi possono essere tra i seguenti:

  • Breve o lunga durata in posizioni molto scomode per il collo (più spesso durante il sonno)
  • Freddo
  • Trauma o ferita al collo
  • Preoccupazione e stress
  • Dormire o sedersi in una posizione scorretta
  • Uso prolungato della tecnologia, compresi computer, tablet e smartphone
  • Ernia del disco

Come significa avere il mal di collo?

Il dolore al collo è un disagio generale nella zona del collo e rigidità dei muscoli del collo. Il dolore può irradiarsi verso la spalla o tra le scapole. Può anche irradiarsi nel braccio, nella mano o nella testa, causando un mal di testa unilaterale o bilaterale.

I muscoli del collo tendono ad essere tesi, doloranti e si sentono duri al tatto (una specie di bozzolo). Il dolore acuto può dare origine a una postura anomala del collo in cui la testa è costretta a girare da un lato, noto come torcicollo.

Il dolore alla base del cranio può essere accompagnato da una sensazione di debolezza nelle spalle e nelle braccia e può esserci una sensazione di prurito o formicolio alle braccia e alle dita.

Esercizi per prevenire e curare il dolore al collo

  1. Roteare la testa: Con la schiena sempre dritta e in posizione seduta rivolgere il mento verso l’interno e portare la testa sia verso la spalla destra che verso la spalla sinistra mantenendo sempre il mento verso l’interno
  2. Allungare il collo tenendo la testa in basso con il mento verso l’interno e i palmi delle mani che sono poggiati dietro la nuca. Attenzione a non tirare troppo con le mani, devono solo essere poggiate sulla nuca. Respira in questa posizione per 10-20 secondi.
  3. Allungare il collo portando l’orecchio sinistro sulla spalla sinistra e il braccio destro proteso dritto a destra tenere la posizione respirando bene per 10-20 secondi, ripetere dall’atra parte. Ripeti il punto 3 per 4-5 volta per parte.
  4. Sciogliere i trapezi e le spalle: in posizione seduta a gambe incrociate ruota le spalle dall’interno verso l’esterno e viceversa. Ripeti per 4-5 volte
  5. Infine sdraiarsi con la schiena per terra su una superficie dura e le braccia protese lungo il corpo non troppo attaccate al bacino cercare di tenere il collo il più vicino possibile al pavimento per stirare i muscoli e rilassarli. Stare per 10 minuti.

In quanto i muscoli del collo sono strettamente collegati ai trapezi ed ai muscoli delle spalle conviene esercitarli perchè aiutano a sostenere la posizione della testa e insieme collaborano per svolgere il loro ruolo. Non permettere di sviluppare una parte di assi ma coinvolgi tutti i muscoli. Per prendere spunto guada il video sottostante.

Dopo gli esercizi si può massaggiare

Mentre si è seduti, afferrare la testa su entrambi i lati con le mani, posizionare le dita sulla parte posteriore della testa. Senti un bozzolo sulla parte posteriore della testa – i tendini attaccati al muscolo sono attaccati ad esso dal basso. Massaggia questo posto con le dita. Quindi, scendere alla base del collo con movimenti delicati ma decisi. Cammina su e giù più volte, facendo movimenti di pressione e circolari con 4 dita di ogni mano.

Attenzione! Ci sono punti dolenti, ci sono importanti vasi sanguigni nello stesso posto, quindi premi molto leggermente per renderlo piacevole. Non fare movimenti bruschi. Il muscolo del trapezio è considerato parte della schiena, quindi questi suggerimenti si applicano anche a come rilassare i muscoli della schiena.

In presenza di un torcicollo cerca di massaggiare personalmente la zona interessata e non chiedere l’aiuto perchè nessuno sa meglio di te dove è meglio massaggiare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *