Curcuma Benefici e Controindicazioni

Curcuma in natura

Stranamente, nel mondo moderno, la curcuma è stata a lungo usata esclusivamente come un indicatore per determinare il livello di acidità, e anche come una tintura gialla che non può essere rimossa dai vestiti. Solo di recente, i medici moderni hanno prestato attenzione a questa pianta come rimedio miracoloso per il trattamento di numerose infezioni virali, malattie infiammatorie e tumori, compreso il cancro. Ma i guaritori e gli chef dell’India e dell’Asia hanno usato con successo le proprietà dello “zenzero giallo” al livello di molti millenni.

Per l’assunzione, le radici vengono raccolte, essiccate e vendute in forma pura o macinate in polvere. Estratto anche dalla radice dell’olio essenziale.

Benefici della curcuma

  • Nell’Ayurveda, si ritiene che la curcuma cura una persona in generale ed è adatta a persone di qualsiasi costituzione.
  • La qualità più pronunciata di questa spezia come un antibiotico che disinfetta perfettamente, riduce l’infiammazione – sia negli organi interni, nei tessuti e nei sistemi corporei, sia all’esterno, sulla pelle. Allo stesso tempo, a differenza degli antibiotici farmaceutici, le spezie non distruggono il tratto gastrointestinale e il fegato.
  • Inoltre, l’uso della curcuma migliora la digestione e il metabolismo, aiuta con la diarrea cronica e la flatulenza.
  • E ‘usato per trattare e alleviare i sintomi nelle comuni malattie del raffreddore e della gola, sinusiti, sinusiti frontali, raffreddori, influenza e tosse.
  • La curcuma riscalda e purifica il sangue, e ferma anche il sanguinamento (anche interno), accelera la guarigione di ferite, tagli, pustole.
  • La spezia è ampiamente utilizzata nei cosmetici indiani, poiché ha un effetto molto benefico sulla pelle: allevia le irritazioni, guarisce le ferite, allevia le infiammazioni, leviga le rughe.
  • Infine, è un antiossidante naturale che previene e blocca lo sviluppo di tumori, compreso il cancro, e riduce il colesterolo.
  • Naturalmente, una concentrazione sufficientemente elevata di curcuma viene utilizzata per scopi medici e questo tipo di trattamento deve essere prescritto da uno specialista. In piccole dosi, non è piuttosto una medicina, ma un integratore alimentare.

Controindicazioni della curcuma

Sfortunatamente, non tutti possono aggiungere condimento ai piatti e usare le spezie per curare le malattie. In quanto esistono sulla Terra persone intolleranti a certi alimenti.

Le principali controindicazioni della curcuma sono le seguenti solo se hai:allergie

  • pancreatite
  • l’epatite
  • diabete mellito
  • ipotensione
  • malattie dello stomaco

Inoltre, la curcuma non dovrebbe essere usata per la colelitiasi, perché la spezia porta ad un aumento del deflusso della bile.
In alcuni casi, il sovradosaggio di curcuma può causare esacerbazioni di malattie del tratto gastrointestinale, epatite, urolitiasi, nefrite.
La spezia non è adatta per bambini sotto i 2 anni.

Dose per l’assunzione di curuma

La curcuma non dovrebbe essere abusata. È accettabile da usare quando si cuociono 2-3 grammi di spezie per 5-6 porzioni. Un’altra proporzione di dosaggio: ½ cucchiaino per 1,5 – 2 kg di cibo.

Conservazione della curcuma

La curcuma non ama la luce proprio per la sua natura dell’essere radice, non appoggiarla su superficie bianche ed evitare l’umidità .

È adatto qualsiasi tipo di contenitore per la conservazione, ma la plastica consente di attraversare meglio la luce UV. Il migliore per le spezie è un barattolo di vetro o un contenitore con un coperchio ermetico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *